Incentivi Fotovoltaico

IVA Incentivi Fotovoltaico: Tariffa Incentivante

La tariffa incentivante degli incentivi fotovoltaici del Conto Energia è assoggettabile all’IVA oppure no?
Questa è una domanda che ci chiede spesso. Facciamo quindi un po’ di chiarezza sul trattamento fiscale e sulla normativa IVA in merito agli incentivi fotovoltaico.
La prima distinzione da fare è tra tariffa incentivante, scambio sul posto e cessione in rete. In questa pagina ci occuperemo solamente del trattamento della tariffa incentivante.

Tariffa Incentivante Conto Energia e IVA

IVA Tariffa Incentivante Conto EnergiaPer capire se la tariffa incentivante del fotovoltaico è assoggettabile ad IVA o meno, bisogna prima di tutto comprenderne la natura.

Come rilevato dalla Circolare Ministeriale dell’Agenzia delle Entrate CM n.46/E/2007, “la terminologia utilizzata per indicare tale incentivo, “tariffa incentivante”, è atecnica; nel caso specifico, infatti, le somme erogate non rappresentano un prezzo o corrispettivo per la fornitura dell’energia (come il termine tariffa lascerebbe intendere), ma una somma erogata per ristorare il titolare dell’impianto dei costi sostenuti per la costruzione dell’impianto medesimo e di quelli di esercizio, come si evince dall’articolo 7 del d.lgs. n. 387 del 2003”.

Quindi, analizzando le parole del legislatore, la tariffa incentivante dovrebbe essere ricondotta tra le cessioni che hanno oggetto denari e crediti, e quindi che non si considerano “cessioni di beni”.


L’Agenzia delle Entrate sottolinea l’atecnicità della denominazione utilizzata dal legislatore con il termine “tariffa incentivante”. Infatti questa tariffa incentivante degli incentivi del fotovoltaico non rappresenta un corrispettivo pagato a fronte di una prestazione da parte del proprietario dell’impianto fotovoltaico, ma solamente una somma di denaro pagata per “ristorarlo” dei costi sostenuti per l’installazione dell’impianto e dei costi di esercizio.

L’Agenzia conclude quindi che la tariffa incentivante non è assoggettabile ad IVA per “mancanza di presupposto oggettivo”.

La tariffa degli incentivi al fotovoltaico è quindi esclusa dal campo di applicazione dell’IVA in quanto ha il solo scopo di compensare i costi sostenuti per l’installazione e l’utilizzo degli impianti e quindi va compresa tra i costi di esercizio.

La tariffa incentivante del Conto Energia non è quindi assoggettabile ad IVA (Imposta sul Valore Aggiunto).