Incentivi Fotovoltaico

Potenza Nominale o di Picco Impianto Fotovoltaico (kWp)

La sigla kWp nel fotovoltaico ricorre spesso. Ma qual è il suo significato e cosa indica? Facciamo quindi chiarezza sull’argomento e vediamo anche la definizione delle potenza nominale dell’impianto fv.


kWp Fotovoltaico: cos’è?

kWp fotovoltaico kilowatt piccoSignificato di kWp: si tratta del simbolo del kilowatt picco (a volte scritto chilowatt picco).

La sigla è composta da tre lettere: k (kilo), W (Watt, scritta sempre maiuscola perché incia il nome di James Watt) e p (picco).

Nel settore fotovoltaico il kWp è l’unità di misura che viene utilizzata per indicare la potenza istantanea erogata da una cella fotovoltaica o da un pannello fotovoltaico in determinate condizioni standard, cioè con irraggiamento di 1000 W/m2, temperatura ambiente di 25 °C, posizione del sole a 1,5 AM (cioè la posizione in cui il sole forma un angolo di 48° con lo zenith).

Come definizione generale, il kilowatt picco è l’unità di misura della potenza teorica massima che può essere prodotta da un generatore elettrico.

In inglese la sigla rimane sempre kWp, che significa kilowatt-peak.

Potenza Nominale o Potenza di Picco

Definizione: la potenza di picco, o potenza nominale di un impianto fotovoltaico è la potenza elettrica massima che l’impianto fv è in grado di produrre nelle condizioni standard di temperatura 25 °C e radiazione solare incidente di 1000 Watt/m2.

La potenza di picco viene usata per calcolare la potenza massima dell’impianto in determinate condizioni standard, visto che la potenza generata dal fotovoltaico non è costante, ma varia a seconda di vari fattori, come i materiali e la tecnologia con cui sono realizzati i pannelli, l’irraggiamento, la presenza o meno del sole, le condizioni climatiche, la stagione, la località geografica in cui è installato l’impianto, l’orientamento, l’inclinazione e tanti altri fattori.

Calcolo: per ottenere la potenza di picco di un impianto fotovoltaico bisogna sommare tutte le singole potenza di piccolo di ciascun modulo che compone l’impianto.

La potenza nominale viene espressa in kilowatt picco (kWp).

Nell’ambito degli incentivi fotovoltaici del primo Conto Energia, la potenza nominale dell’impianto è stata utilizzata per classificare gli impianti fotovoltaico in:

  • piccoli impianti: potenza nominale inferiore a 20 kW
  • medi impianti: potenza nominale compresa tra 20 kW e 50 kW
  • grandi impianti: potenza nominale superiore a 50 kW

Differenze con il kWh

Il chilowatt picco (kWp) non va confuso con il kilowattora (kWp), che è invece l’unità di misura dell’energia elettrica ed incida l’energia fornita in 1 ora dalla potenza di 1 kW.