Incentivi Fotovoltaico

Preventivo Impianto Fotovoltaico

A chi richiedere un preventivo per impianto fotovoltaico?

Preventivo Impianto FotovoltaicoChi desidera installare un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica pulita per il proprio fabbisogno e di far la richiesta di incentivi economici previsti dal Conto Energia può informarsi e farsi fare un preventivo sia da più ditte specializzate, sia richiedendolo anche direttamente on line. L’importante è che il preventivo sia redatto da una ditta specializzata negli impianti fotovoltaici costruiti a regola d’arte e che possa anche seguire tutto l’iter burocratico previsto sia per la richiesta degli incentivi statali, sia per tutte le comunicazioni al gestore dell’energia GSE.


Dopo aver confrontato più preventivi e valutate le differenze sia economiche che tecniche delle soluzioni proposte si potrà finalmente scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze e al tipo di casa o edificio su cui installare l’impianto FV.
Di solito chi è intenzionato a farsi installare un impianto fotovoltaico lo fa sapendo di affrontare dei costi economici che però nel tempo saranno ammortizzatati, con la consapevolezza di contribuire ad un uso ragionato e consapevole dell’energia, rispettoso dell’ambiente e senza sprechi.

Quali passi seguire per farsi fare un preventivo gratuito?

Premesso che non è possibile trovare un preventivo generico che va bene per tutti i casi, diffidare di ditte e consulenti che offrono un preventivo standard, la soluzione deve essere vagliata ad hoc, tenendo presente i seguenti dati e parametri (è molto utile anche un sopralluogo sul posto, se non sono sufficienti o se sono incompleti i documenti prodotti).

Si riporta qui il caso di richiesta di un preventivo per un impianto fotovoltaico di 3 KWp da installare sul tetto di un’abitazione privata (richiesta che può essere fatta dal proprietario o dall’affittuario).

1. Dati relativi all’edificio / casa su cui si intende installare l’impianto fotovoltaico

  • Certificato o atto di proprietà o Certificato d’affitto (se il committente è un affittuario) dell’edificio
  • Estratto di mappa catastale con indicazione della particella o mappale interessato dell’edificio
  • Planimetrie e prospetti o fotografie anche prese da Google maps dell’edificio
  • Indicazione molto utile se si tratta di un impianto su tetto è l’indicazione del tipo di tetto ( a falde, piano, curvo ecc.) e dell’inclinazione
  • L’orientamento dell’edificio e del tetto (sud, sud est, ecc.)
  • La superficie del tetto
  • Certificato di Destinazione Urbanistica da richiedere presso il proprio comune per verificare se ci sono vincoli sull’immobile che verrà occupato dall’impianto.

2. Dati relativi al consumo energetico della casa

  • Presentare le ultime bollette ENEL o del proprio gestore dell’energia elettrica per valutare i consumi (fotocopie bollette o file pdf)
  • Potenza dell’impianto fotovoltaico desiderata e tipologia.

Quali informazioni deve contenere il preventivo di un impianto fotovoltaico chiavi in mano?

Il preventivo di un impianto fotovoltaico installato sul tetto di un’abitazione civile e predisposto da una ditta specializzata o da un consulente tecnico del settore fotovoltaico, a regola d’arte in modo da poter beneficiare degli incentivi statali del Conto Energia, in modalità scambio sul posto, dovrà contenere le seguenti parti e relative informazioni, valutate in base ai dati forniti sull’edificio e sui consumi energetici.

  • Caratteristiche generali impianto (modalità di installazione, tipologia integrata o no,potenza nominale e granzie)
  • Pannelli fotovoltaici (tipologia standard, amorfi o altro) e specifiche tecniche di efficienza, resa e durata garanzia
  • Inverter (specifiche tecniche,manutenzione e garanzia durata)
  • Esecuzione dei lavori a regola d’arte e nel rispetto delle norme di sicurezza ed antinfortunistica
    • Sopralluogo in loco per misurazioni e rilievi (ombreggiamenti, distanza dalla Rete, superficie disponibile. ecc) e redazione del progetto definitivo conforme alla normativa vigente
    • Presentazione DIA al Comune, richiesta di allaccio alla rete di distribuzione al fine di ottenere l’autorizzazione alla messa in esercizio. Assunzione da parte di Personale qualificato delle cariche obbligatorie di Responsabile dell’impianto e di Responsabile della sicurezza dell’impianto presso ENEL o l’ente di distribuzione di competenza e accompagnamento iter burocratico con gestore GSE.
    • Predisposizione del sito, posa in opera dei moduli fotovoltaici, realizzazione delle connessioni di stringa, e posa dei cavi delle linee in CC; verifica funzionale dei pannelli con misurazione delle tensioni a vuoto e delle correnti di corto circuito. Montaggio dei quadri lato CC (corrente continua) e AC (corrente alternata), dell’inverter e dei dispositivi accessori con installazione di tutti cavi i relativi cavi di collegamento.
    • Collaudo dell’impianto fotovoltaico, alla presenza del cliente e di uno o piu tecnici di sua fiducia.
    • Preparazione della documentazione necessaria per l’ammissione degli incentivi del fotovoltaico ed eventuali premi sulle tariffe incentivanti del Conto energia.
  • Documenti tecnici da fornire al cliente ( certificato di collaudo e di conformità impianto, manuali d’uso delle apparecchiature installate e garanzia,scheda tecnica dell’impianto e pianificazione della manutenzione come da garanzia, domanda ENEL per allacciamento)
  • Costo dell’impianto fotovoltaico con distinta base
  • Modalità di pagamento e dilazione delle rate all’inizio lavori, alla consegna materiali e al collaudo.

Quale preventivo fotovoltaico scegliere?

Preventivo fotovoltaico costo impiantoÈ molto importante quando si comparano preventivi di costi per l’installazione di un impianto fotovoltaico scegliere non solo in base all’aspetto economico, ma facendo una vera comparazione a parità di servizi offerti e tipologia di impianto previsto, sulla serietà della ditta e sulla qualità dei materiali previsti, in primis i pannelli fotovoltaici, l’inverter e i quadri elettrici di elevata tecnologia ed efficienza così come tutti gli accessori indispensabili, tenendo conto che i costi si ammortizzano in qualche anno e che si beneficerà degli incentivi per una ventina d’anni.
Fare inoltre attenzione a confrontare tutte le voci dettagliate dei servizi offerti dal pacchetto chiavi in mano: alcuni preventivi ad esempio includono la pratica burocratica di richiesta incentivi al GSE , ma non includono la richiesta DIA al comune per l’avvio dei lavori e così via.

Non comparare solo il costo finale, fare bene attenzione a tutte le voci dei preventivi che confrontate prima di decidere!