Incentivi Fotovoltaico

Scambio sul Posto

Che cos’è lo scambio sul posto?

Scambio sul Posto, incentivo vendita energia fotovoltaicaCon il termine scambio sul posto (SSP) si fa riferimento, secondo quanto indicato nella Deliberazione 3 giugno 2008 – ARG/elt 74/08 (Del. AEEG n. 74/08) a un servizio che viene erogato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) dal giorno 1° Gennaio 2009 su istanza degli interessati.

Lo scambio sul posto permette all’utente che abbia la titolarità o la disponibilità di un impianto fotovoltaico, la compensazione tra il valore associabile all’energia elettrica prodotta e immessa in rete e il valore associabile all’energia elettrica prelevata e consumata in un periodo differente da quello in cui avviene la produzione.



Sono interessati a proporre istanza al GSE coloro nella cui disponibilità o titolarità vi sia uno o più impianti:

  • alimentati da fonti rinnovabili (es. fotovoltaico) di potenza fino a 20 kW;
  • alimentati da fonti rinnovabili (es. fotovoltaico) di potenza fino a 200 kW (se entrati in esercizio dopo il 31 dicembre 2007);
  • fotovoltaico di cogenerazione ad alto rendimento di potenza fino a 200 kW.

Chi eroga il servizio di scambio sul posto SSP?

L’Autorità per l’energia elettrica ed il gas (AEEG), con Deliberazione ARG/elt 74/2008, ha stabilito che il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. proceda alla gestione delle attività connesse al servizio SSP dello scambio sul posto e all’erogazione del contributo in conto scambio.

I vantaggi dello SSP

Il servizio di scambio sul posto (SSP) è vantaggioso per l’utente dello scambio quando l’utente in un anno è in grado di immettere in rete energia elettrica almeno in quantità uguale a quella prelevata dalla rete su base annua. Per la totalità dell’energia elettrica scambiata con la rete, l’utente dello scambio vedrà rimborsati dal GSE i costi sostenuti per l’utilizzo della rete elettrica in termini di servizi di trasporto, dispacciamento e, per i soli utenti titolari di impianti alimentati da fonti rinnovabili, degli oneri generali di sistema.

In particolare il regime di scambio è vantaggioso perché è finalizzato a garantire:

  • trasparenza, in modo che i bilanci di energia elettrica sulle reti elettriche possano tenere conto dell’energia elettrica effettivamente immessa e prelevata;
  • corretta valorizzazione economica dell’energia elettrica immessa e prelevata nell’ambito dello scambio sul posto;
  • visibilità dell’incentivo trasferito agli utenti dello scambio sul posto.

Esempi di calcolo del contributo in conto scambio di cui in deliberazione ARG/elt 74/08

Per il calcolo del contributo economico (incentivo per l’energia fotovoltaica prodotta ma non consumata) che si può ottenere si deve far riferimento alla quantità di energia elettrica immessa in rete e alla quantità di energia elettrica prelevata dalla rete, la parte del contributo commisurata agli oneri di trasporto dell’energia viene calcolata sulla quantità di energia elettrica scambiata.

Ecco alcune casistiche.

Caso 1
Quando la quantità di energia elettrica in un anno immessa in rete è maggiore di quella prelevata si ottiene un credito in euro proporzionale all’eccedenza tra energia immessa e quella prelevata che viene erogato a credito per l’anno successivo.

Caso 2
Quando la quantità di energia elettrica in un anno immessa in rete è minore di quella prelevata e il controvalore dell’energia immessa è inferiore al costo di acquisto dell’energia elettrica dalla rete non si ottengono crediti economici per l’anno successivo .

Caso 3
Quando la quantità di energia elettrica in un anno immessa in rete è maggiore di quella prelevata, ma il controvalore dell’energia immessa è inferiore all’onere di acquisto dell’energia elettrica dalla rete si pareggiano i costi e non c’è credito per l’anno successivo.

Caso 4
Quando la quantità di energia elettrica in un anno immessa in rete è minore di quella prelevata e però il controvalore dell’energia immessa è superiore al costo di acquisto dell’energia elettrica dalla rete si ottengono crediti economici per l’anno successivo .

Documenti sullo scambio sul posto

Disciplina dello scambio sul posto edizione del 3 gennaio 2011 Regole tecniche per la Determinazione del contributo in conto scambio ai sensi dell’articolo 10 del TISP (testo integrato scambio sul posto).
http://www.gse.it/attivita/ssp/PubblInf/Documents/Regole-tecniche-III-edizione-vfinale.pdf

Disposizioni Tecniche di Funzionamento aggiornate al 31 ottobre 2011 sulle Modalità e condizioni tecnico-operative utilizzate per il Servizio di Scambio sul Posto (SSP) e per il Servizio di Scambio senza l’obbligo di coincidenza tra i punti di immissione e di prelievo.
http://www.gse.it/attivita/ssp/PubblInf/Documents/SSP-SSA%20%20DTF%20(26-10-11).pdf





IncentiviFotovoltaico.name - Scambio sul Posto, incentivo vendita energia fotovoltaica